27 Ottobre 2014: una data che fa la differenza

27 Ottobre 2014 | Blog

Il 27 ottobre 2014 rimarrà per tutti i cittadini del Municipio X di RomaCapitale una data importante per l’ambiente: e’ iniziata la raccolta differenziata!

Cominciando dall’ Infernetto la raccolta ha preso piede in tutti i quartieri del 10° Municipio di Roma: Infernetto Nord, Infernetto Sud, Colombia, Macchione di Castel Fusano, Castel Porziano, Cacciuta, Casal Palocco, Nuova Palocco, Longarina, Stagni di Ostia, Madonnetta (parte del quartiere), Saponara (parte del quartiere), Ostia Antica, Saline, Bagnoletto, Dragona, Dragoncello, Villaggio S. Francesco, Monti S. Paolo, Casaletto di Giano e Centro Giano.

Il progetto fortemente voluto dall’Assessore all’Ambiente ed alla Sicure, Marco Belmonte, del Municipio X di Roma Capitale impegnerà complessivamente 229 mila abitanti per una raccolta differente e rispettosa dell’ambiente.

Dei 229 mila, 115 mila saranno interessati dalla raccolta ‘porta a porta’, mentre i restanti 114 mila usufruiranno del sistema stradale opportunamente riorganizzato.

Già negli anni precedenti si era testata la raccolta differenziata in altri Municipi della Capitale dove il risultato ha raggiunto il 45/50%, con picchi del 59%.. insomma grandi risultati.

La collaborazione tra AMA e i Municipi, in particolare con il Municipio X, e’ stata fondamentale per far partire in anticipo alla raccolta una grande campagna di informazione su tutto il territorio, coinvolgendo associazioni, parrocchie e scuole. I Punti Informativi non solo hanno distribuito materiale informativo per sensibilizzare gli utenti, ma hanno fatto e faranno da cassa di risonanza per un contatto diretto e continuo con i cittadini della Capitale.

Il presidente del Municipio X, Andrea Tassone, e l’Assessore all’Ambiente e alla Sicurezza, Marco Belmonte, hanno dichiarato “confidiamo nella collaborazione dei cittadini: ci stiamo apprestando a fare un cambiamento epocale che andrà ad incidere sulle abitudini delle famiglie del nostro territorio. È un cambiamento a cui dobbiamo aprirci in modo positivo, perché lo dobbiamo a noi stessi ed all’ambiente che lasceremo ai nostri figli. Differenziare significa far diventare il rifiuto una risorsa economica, gli scarti diventeranno beni che verranno messi sul mercato e avranno, quindi, un valore economico. Questo consentirà, con il tempo, ad Ama di creare utili che dovranno necessariamente essere investiti in nuovi posti di lavoro”.

Il piano di raccolta prevede la semplificazione e l’ottimizzazione dei sistemi di raccolta dei rifiuti con l’applicazione di 2 soli modelli: il domiciliare/condominiale (porta a porta) e la raccolta stradale opportunamente riorganizzata. In entrambi i casi, comunque, la raccolta differenziata viene effettuata separando le 5 frazioni di rifiuto: organico; contenitori in vetro; carta e cartone; multi-materiale ‘leggero’ (contenitori in plastica e metallo); materiali non riciclabili. Entrambi i modelli di raccolta prevedono la presenza delle campane verdi stradali per il conferimento dei contenitori in vetro. Ama ha già avviato la consegna dei kit di avvio del servizio, a partire dagli abitanti coinvolti nel porta a porta.

Agli utenti a cui non è possibile consegnare il materiale viene lasciato un avviso con un numero telefonico da contattare per concordare la nuova consegna. Il kit comprende: una bio-pattumiera areata da 10/20 litri con una dotazione iniziale di 80 sacchetti biodegradabili e compostabili per la raccolta degli scarti alimentari e organici (fornitura utile per circa 6 mesi di raccolta).

In casi particolari, come quello che riguarda le piccole villette, i residenti ricevono la biopattumiera più i mastelli/sacchi per le altre tipologie di rifiuto, da esporre in giorni e orari prestabiliti. Come sperimentato negli altri municipi già coinvolti, per i cittadini interessati dal porta a porta l’azienda adotterà una politica molto flessibile, permettendo ai residenti nella prima fase di attivazione di utilizzare anche i cassonetti stradali, che rimarranno a disposizione per qualche settimana in modo da venire incontro alle esigenze dei cittadini.

Una grande notizia e’ che nel primo periodo e fin quando non saranno rimossi i cassonetti stradali, Ama non eleverà sanzioni per trasgressioni al corretto conferimento della raccolta differenziata (che variano da 100 a 300 euro), ma attenzione successivamente a questa fase di tolleranza sbagliare non sarà più permesso.

Ogni nostra azione produce inquinamento: anche la più comune, come leggere un giornale o bere un’aranciata, non sarebbe nulla se non considerassimo che ogni giorno nel mondo vengono stampate milioni di pagine, costruite milioni di bottiglie in plastica o lattine in alluminio, assemblati milioni di oggetti e mobilio per le nostre case.

La raccolta differenziata è il modo migliore per preservare e mantenere le risorse naturali, a vantaggio nostro, dell’ambiente in cui viviamo ma soprattutto delle generazioni future: riusare, riutilizzare e valorizzare i rifiuti, dalla carta alla plastica, al vetro, al legno, ai medicinali, alle pile esauste contribuisce a restituirci e conservare un ambiente “naturalmente” più ricco.

lascia un commento

Chiamami

Chiamami
Prenota un appuntamento telefonico!
x